Corruzione e Limitazione


da Democrazia Atea 21 Agosto 2012 dc:

Corruzione e Limitazione

Quando si parla di Comunione e Liberazione si parla della più grande organizzazione italiana di stampo cattolico che, con la compiacenza della classe politica, sta spadroneggiando sulle attività nevralgiche dello Stato.

La sanità, soprattutto in Lombardia, è interamente nelle mani di questa organizzazione, i suoi uomini occupano tutti i posti dirigenziali nelle ASL e sono loro che decidono chi assumere e quali imprenditori possono “competere” nelle finte gare per le forniture ospedaliere e farmaceutiche.
Gli imprenditori, la maggior parte spontaneamente ma molti ob torto collo, si sono coalizzati in una associazione di CL denominata Compagnia Delle Opere.
Per chi non ne fa parte è impossibile lavorare, in qualunque settore, perché le 34mila imprese della CDO fanno cartello, monopolizzano il mercato con un fatturato annuo che supera i 70 miliardi di euro, e sono sempre più numerose le Procure che riescono a svelare i sistemi di corruzione che garantiscono questi introiti.
Nelle università l’organizzazione di CL ha creato una associazione denominata Student Office che induce le giovani matricole a confonderlo con un servizio pubblico.
Una volta che gli studenti sono stati “agganciati” dagli uomini dello Student Office, comprendono immediatamente che se restano con CL avranno una invisibile corsia preferenziale per gli esami e a fine corso saranno privilegiati per essere collocati nel mondo del lavoro.
Le attività dell’organizzazione CL sono molteplici e si dipanano tra convenzioni bancarie agevolate e sfruttamento della povertà attraverso la gestione delle mense per i poveri.
All’interno di CL c’è anche un gruppo ristretto denominato Gruppo Adulto, i cui componenti, generalmente affermati professionisti molto facoltosi, praticano la castità, la più pericolosa delle perversioni sessuali, vivono in condizioni di soggezione psichiatrica verso i loro referenti spirituali ai quali consegnano buona parte dei loro averi e ai quali rendono conto nel dettaglio delle loro miserie quotidiane.
Ogni anno questa organizzazione misura il suo potere esibendo una passerella di personaggi utili al tornaconto reciproco, pronta a scaricare chi non è più spendibile per garantire gli affari, più o meno leciti (leggi: Formigoni).
Quest’anno la passerella del potere è stata occupata anche da Monti il quale ha riversato sulla platea una autentica omelia, banale e vuota come tutte le omelie.
Anche Supermario si è inchinato al potere di questa organizzazione, e come si conviene da quelle parti, non ci si presenta a mani vuote.
Nella sequela di frasi fatte e di ragionamenti sull’aria fritta, è riuscito ad inserire impegni precisi su alcune “necessità” come quelle di premiare le scuole dell’organizzazione cattolica.
E’ pacifico che abbia inteso finanziarle di più di quanto non lo stia già facendo.
Carla Corsetti
Segretario nazionale di Democrazia Atea
Annunci

Informazioni su Jàdawin di Atheia

Nato a Milano nel 1954
Questa voce è stata pubblicata in Laicità e Laicismo, Politica e Società e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...