Lisbona e Haiti, Voltaire e Ratzinger


Lisbona e Haiti, Voltaire e Ratzinger

Il terremoto che rase al suolo Lisbona nel 1775 ispirò la satira di Francois Marie Arouet Voltaire sulla divina provvidenza nel “Poema sul terremoto” e in “Candide”: Pangloss non dice a Candide, come asserisce John Leibnitz, che il nostro è il migliore dei mondi possibili (un inferno secondo lo stesso Voltaire in altri suoi scritti) ma che tutto va per il meglio secondo la divina provvidenza, che in un’altra vita ci regalerà misericordiosamente il bene di cui ci ha privato su questa Terra in base a una imperscrutabile giustizia. La Chiesa di Roma, teocrazia delle più assolute nel regno di Dio, ogni tanto qualche correttivo all’imperscrutabile giustizia della provvidenza divina lo ha applicato, in seguito ai disastri naturali e non sempre per aiutare le loro vittime. Molto prima della catastrofe di Lisbona un papa, divenuto famoso come ispiratore del neo-barocco architettonico, reagì ad un altro sisma  che aveva devastato l’intera Italia meridionale raccogliendo tra i fedeli contributi astronomici per ricostruire le chiese distrutte ed assicurare così l’assistenza ai fedeli stessi non su questa terra ma nell’aldilà.

Joseph Ratzinger sul terremoto di Haiti è stato più cauto: domenica 17 gennaio ha invitato i fedeli a devolvere la questua durante la messa alle vittime del sisma nella repubblica dei Carabi, forse a beneficio del clero o dei luoghi di culto ridotti in macerie.

E pensare che con un piccolo sforzo in più avrebbe potuto superare gli stanziamenti-prestiti del Fondo Monetario Internazionale devolvendo l’uno dell’otto per mille, qualcosa come 125 milioni di euro, ai superstiti del terremoto magari attingendo qualche altro spicciolo dal suo fondo personale segreto che dovrebbe aggirarsi sui settanta milioni.

di Lucio Manisco www.luciomanisco.com

Annunci

Informazioni su Jàdawin di Atheia

Nato a Milano nel 1954
Questa voce è stata pubblicata in Politica e Società e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...